03 Dicembre 2021
News
percorso: Home > News > FESTA DEI POPOLI

Essere/I Umani: sabato 24 e domenica 25 torna la Festa dei Popoli

21-06-2017 14:37 - FESTA DEI POPOLI
"Essere/i Umani" è il tema scelto dall´associazione Portaperta per l´edizione 2017 della Festa dei Popoli, manifestazione nata nel 2002 per conoscere, ascoltare, parlare di integrazione, collaborazione, dialogo e rispetto tra culture diverse.
La 15° edizione della Festa dei Popoli, realizzata grazie al patrocinio del Comune di Agliana, tornerà a colorare Piazza Gramsci sabato 24 e domenica 25 giugno. Tornerà con la classica cena etnica, ogni anno arricchita da nuovi profumi e sapori e con i concerti, passando dai suoni africani dell´ensemble "Africa Djembe Kaloba" all´interessante performance di due esponenti della scena musicale aglianese come Il Geometra Mangoni e la banda de I Tigrotti.

La cena

Come ogni anno, dalle 19,30 la cena in piazza con i piatti etnici provenienti da oltre quindici paesi, in rappresentanza delle comunità immigrate sul territorio aglianese. Dal cous cous marocchino al byrek albanese, dal riso biryani pakistano ai piatti di diverse zone dell´Africa sullo stesso tavolo di pietanze della tradizione del territorio. Non mancheranno i dolci, con gli apprezzati biscotti della sconfinata tradizione pasticcera araba, il tè alla menta marocchino e la sangria. Il tutto in un puzzle di colori e odori che renderà unica l´atmosfera di piazza Gramsci.

I concerti

La sera del 24 giugno, dal Burkina Faso il percussionista Seydou Kienou e i musicisti del collettivo "Africa Djembe Kaloba". Il concerto sarà preceduto dall´esibizione ai tamburi dei bambini del doposcuola di PortAperta, guidati da Seydou Kienou.
Domenica 25 giugno sarà la volta del Geometra Mangoni con la banda I Tigrotti. Il cantautorato elettronico del Geometra Mangoni, reduce dall´ultima edizione del concerto del Primo Maggio di piazza San Giovanni a Roma, incontra gli arrangiamenti di una delle bande storiche del territorio.
Innovazione e tradizione popolare si incontrano nel progetto presentato per la prima volta lo scorso febbraio al teatro Moderno di Agliana.
Una collaborazione "made in Agliana" che risponde in pieno alle caratteristiche della Festa dei Popoli, valorizzando parole come contaminazione, scambio, scoperta. In musica come nella vita quotidiana.
Entrambi i concerti sono gratuiti.

Il tema

Il gioco di parole "Essere/I Umani" rimarca il messaggio che PortAperta vuole lanciare e cioè essere, "restare" umani, tendendo la mano a chi scappa da fame e guerre, a chi rimane ai margini della società, ricordando che le differenze sono un valore e non una minaccia. Ponendo al centro della Festa, come delle attività dell´associazione durante tutto l´anno (doposcuola, corsi di italiano, casa d´accoglienza), gli "esseri umani" in qualsiasi parte del mondo siano nati, con le loro storie da conoscere, con la loro voce da ascoltare.
Da più di un anno l´associazione PortAperta, infatti, in collaborazione con il Gruppo Incontro, ha accolto donne richiedenti protezione internazionale, che hanno lasciato la loro casa, la loro famiglia in diversi paesi dell´Africa, attraversando il Mediterraneo in cerca di un futuro diverso. Di una vita diversa. Un progetto che si lega a quello attivo da anni nella "Casa d´Accoglienza Ivana Bardi" legato all´accoglienza e il supporto, con percorsi di reinserimento ed inclusione sociale, di donne sole o con minori a carico in difficoltà abitativa.

La Festa 2017 vedrà la partecipazione anche di gruppi di richiedenti protezione internazionale accolti in altre strutture della provincia di Pistoia che porteranno il loro contributo alla prossima giornata mondiale del rifugiato (20 giugno), a cui questa edizione della Festa dei Popoli si lega idealmente. Tra loro i componenti della Connexions band & Naroutu, con la loro musica e balli africani, che "apriranno" il concerto del 24 giugno.




Fonte: Portaperta News

Realizzazione siti web www.sitoper.it